COLUI CHE VIENE DA LONTANO, ORA TORNA A CASA.

 COLUI CHE VIENE DA LONTANO

 Una volta, da un mondo che sta oltre le stelle, un uomo venne dal paese della Luce, per prendere dalla Terra un prezioso gioiello che era custodito da un pericoloso serpente.

Quando arrivò al paese dove stava il gioiello, cambiò la sua fisionomia, affinché la gente del luogo non si rendesse conto che veniva da un’altro posto e si mettesse sulla difensiva. Però, avendo bisogno di alimentarsi come loro e dovuto al fatto che si trovava nella loro atmosfera, cadde in uno stato di sonno e dimenticò la sua missione.

Incontrò altri che lo riconobbero e lo avvertirono del suo sonno, inutilmente. In quel momento nel paese della Luce il padre si accorse di ciò che era accaduto a suo figlio e gli inviò rapidamente un messaggio, dicendogli che doveva svegliarsi e continuare la sua missione. Il messaggio lo scosse, e nella sua mente cominciò ad affiorare il ricordo della sua origine. Si svegliò. Prese il gioiello ed ammazzò il serpente. Quindi cambiò di nuovo la sua fisionomia come la gente del paese della Luce.

Quando arrivò nella sua casa riconobbe le sue origini con maggiore chiarezza di quando vi abitava.

Il Paese sul quale l’uomo era sceso è la Terra; il gioiello è l’Essenza dell’uomo di questo mondo: ed il Messaggero è l’ Istruttore che chiama l’uomo a ricordare le sue origini e il suo ritorno: il Serpente e l‘Alimento sono le condizioni ambientali, e le menti umane dei terrestri che qui si trovano.

Di fatto questa storia si ripete sia in favola che in rituali religiosi più volte e in più luoghi di quelli che si possano pensare.

Il solo sentire la chiamata è rispondere.

L’uomo ha un origine e un destino; a meno che si ricordi perderà entrambi.

Alfredo, 7 settembre 1987

 

 

Senza l’abbandono fiducioso nelle mani provvide del Progettista, non è possibile comprendere il disegno evolutivo, al  quale anche l’uomo/donna  appartiene. Una volta compreso  la ragione del viaggio in Terra, occorre realizzare questa motivazione per tornare a Casa. E’ via difficile quella del Ritorno a casa; forse impossibile, nel caso che fosse fatta con il solo uso della sola forza personale.

 

Occorre la purezza di giglio dei campi di Matteo 6, 25-34, che nell’uomo/donna consiste nell’abbandono fiducioso in Dio Padre, come agnellino che il Cristo Universale porta sulle sue spalle per il ritorno alla Casa, dove ci sono molte dimore. Se cerchi la ragione del viaggio, che, dall’inferno che è in terra, ti porta al regno dei cieli, potresti guardare alle beatitudini di Matteo cap.5

Per sostenere  la prova, per quanto dura possa essere,  senza spezzarsi, forse è necessario fare uso  della santa allegria, poiché Dio ama un donatore allegro  2Cor. 9,7: anche per questo Monna Lisa, in perfetto equilibrio con Se stessa, sorride in modo enigmatico, spiegando con quello  il motivo della prova.

Quando gli artisti del kintsugi riparano un oggetto rotto lo valorizzano con l’oro. Rompendosi, la ceramica può prendere nuova vita attraverso la fusione di lacca urushi con polvere aurea,  che  viene posta  a saldare le linee di frattura dell’oggetto e questo diviene ancora più pregiato. Grazie alle sue cicatrici, coperte d’oro. L’arte di abbracciare il danno, di non vergognarsi delle ferite, anzi imparando da quelle la via per divenire migliori,  è la forte lezione simbolica suggerita dall’antica arte giapponese del kintsugi, di innegabile origine zen.

Perseo
Cuore ardente

L’asprezza che si impossessa del cuore dell’uomo/donna è l’opportunità, che Dio si concede per far rifulgere l’oro dello spirito, nascosto nel cuore umano. Dio saggia i cuori, li pesa (Prov.21,2) tramite la prova. I cuori vengono, in qualche modo, spremuti e la pressione  richiede esercizio di forza sul corpo da spremere: tale è l’azione compiuta  sulle olive o sugli acini di uva;  se mi abbandonerò con fiducia alla pressione della volontà del Signore della Vita, nei miei Getsemani, l’olio sarà di gusto gradevole; se invece mi opporrò e farò resistenza, per far valore la mia ragione insipiente, il mio olio sarà aspro. Il Regno appartiene ai poveri in spirito ed umili di cuore (Matteo 5). La via, la verità e la vita (Giov.14,6) come indicazioni insostituibili, proposte da Gesù, sono battistrada che passano:

  1. per il Tabor  2. per   i Getsemani 3. per il Golgotha     

   4.  e vanno dall’inferno al cielo       5.    fino all’Ascensione coporea in Galilea .

                                                                                       

 

 

 

                                            Alla mia Angela:  Sposa , Amante e Custode.                                                                                         

 

   

 

        Un eterno pensiero d’amore                                                                  

       per te, mio adorabile  fiore,

        che potentemente mi sei accanto

        regalandomi della vita l’incanto.

 

                                                                Sei ricchissima; con nobil cuore

                                                              incedi stupenda con puro candore.

                                                               Certa  della nostra bella esistenza

                                                                a  mani piene ne spargi semenza.

                                                                 

                                                                  Così il fatto umano si fa canto:

                                                                   della nostra unità sei il vanto.

                                                                Tu dipingi col giocondo colore,

                     

                                                               che fa agire l’uomo con ardore,

                                                                così che dall’inferno torna  il santo

                                                                al cielo, con il luminoso manto.               

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere