Uno col Khidr del tuo Essere. 1 La Vita Nova.

“In uno dei racconti che compongono l’auto-biografia spirituale di Suhrawardi, quello dell’Arcangelo Purpureo, il mistico è iniziato al segreto che lo mette in grado di salire il Monte Qaf, cioè la Montagna Cosmica e di raggiungere la Fonte della Vita. Egli è spaventato al pensiero delle difficoltà della ricerca. Ma l’Angelo gli dice:” Mettiti i sandali del Khidr.”   Ecco le sue parole di conclusione:” Colui che si bagna in questa fonte sarà per sempre protetto da ogni contaminazione. Se qualcuno ha scoperto il significato della Verità Mistica, significa che ha raggiunto la Fonte, ed  ha acquistato l‘attitudine che lo fa assomigliare a quel balsamo di una goccia disciolta nella palma della mano, che, se esposta ai raggi del sole,  l’attraversa fino al dorso della mano. Se sei il Khidr, anche tu puoi salire il Monte Qaf senza difficoltà”.

A proposito dei sandali del Khidr, è da notare che il dodicesimo Apostolo, quello che prenderà il posto di Giuda Iscariota, presentato dal Maestro Vetraio Guillame di Marcillat nell’occhio di facciata del Duomo di Arezzo, nel momento della discesa dello Spirito Santo, non ha l’aureola ed è  privo di sandali:  non ha ancora ricevuto lo Spirito santo, che ORA sta scendendo anche su lui. 

 Paolo di Tarso  in Efesini 6, 15 paragona la prontezza nell’annunciare l’evangelo della pace, a piedi  ben calzati.

Efesini 6, 10- 20 :    ” 10Per il resto, attingete forza nel Signore e nel vigore della sua potenza. 11Rivestitevi dell’armatura di Dio, per poter resistere alle insidie del diavolo. 12La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti. 13Prendete perciò l’armatura di Dio, perché possiate resistere nel giorno malvagio e restare in piedi dopo aver superato tutte le prove. 14State dunque ben fermi, cinti i fianchi con la  verità, rivestiti con la corazza della giustizia, 15e avendo come calzatura ai piedi lo zelo per propagare il vangelo della pace. 16 Tenete sempre in mano lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i dardi infuocati del maligno; 17 prendete anche l’elmo della salvezza e la spada dello Spirito, cioè la parola di Dio. 18 Pregate inoltre incessantemente con ogni sorta di preghiere e di suppliche nello Spirito, vigilando a questo scopo con ogni perseveranza e pregando per tutti i santi, 19 e anche per me, perché quando apro la bocca mi sia data una parola franca, per far conoscere il mistero del vangelo, 20 del quale sono ambasciatore in catene, e io possa annunziarlo con franchezza come è mio dovere.”

Tutto quello che fai, qualunque cosa sia, fallo con semplicità.

Non aspettarti alcun risultato. Tutto è Esercizio, bada a non produrre l’illusione della separazione dall’Unità, che è Indivisibile.  Per questo il tuo spirito non sa cosa sia la solitudine  della separazione.

                                                                                                                                             

Suggerimenti di Natale Finocchiaro

  • Inizia a cercare di aumentare l’energia vitale che hai usandola per migliorare la    salute del tuo corpo.
  • Cerca di ridurre le cose che già sai che ti fanno male e che ti costa fatica fare; aumenta quelle che già sai che ti fanno bene e che ti costa meno fatica fare.
  • Man mano che la tua energia vitale aumenterà potrai iniziare ad affrontare anche le cose che oggi ti costerebbe fatica fare.
  • Mantieniti attento e vigile nei riguardi del mondo che ti circonda. Maggiore è il tuo livello di evoluzione e di consapevolezza, tanto maggiore sarà il livello di distruttività delle situazioni che ti troverai a dover affrontare. Molte di esse potrai evitarle semplicemente mantenendo alto il livello di attenzione.
  • Concentra la tua attenzione soprattutto sulle cose che ti fanno provare emozioni positive. Distraiti ogni volta che ricevi informazioni che ti fanno provare emozioni negative.
  • Se il pensiero cade su cose spiacevoli, pensa che è in tuo potere risolverle positivamente e concentrati sul successo finale che niente e nessuno potrà impedirti di ottenere.
  • Cerca di fare sempre più cose che ti permettono di provare gioia ed entusiasmo, che dipendono da te e che non sono di svantaggio per nessuno.
  • Cerca di volerti bene esclusivamente per quello che sei, non per quello che non sei e che la tua mente avrebbe voluto che tu fossi.
  • Evita di cercare di cambiare gli altri.
  • Cerca di non temere il giudizio degli altri.
  • Cerca di evitare di continuare a giudicare gli altri secondo i tuoi schemi mentali, cogli invece l’essenza di ogni cosa senza farti confondere dalla sua apparenza
  • Cerca di iniziare ad avere un rapporto positivo con la solitudine, ricordati che il tuo spirito non sa cosa sia la solitudine.

Il Discepolo, quando è pronto come pagnotta, permette in umiltà, che sia spezzato dal Maestro come pane che sfama, che sia aperto come rosa che sboccia, che sia come l’aquila, che alta vola, tutto dominando.

Sii astuto come il serpente, ma puro come la Colomba.

Chiedi ancora a che potrebbe servirti il Perfect Shape di Caterina Germani? A fare uscire fuori l’Aquila che è in te! Afferra il Serpente con la Vista dell’Aquila. L’astuzia sarà rigenerata dalla Velocità della Purezza: ”Come folgore dal Cielo! “ L’Aquila è la folgore di Giove.                   

 

 

 

Smetti di essere la causa del tuo autolesionismo: pensa alla Dolcezza Luminosa del Delfino, che hai intravisto in te con Hallaj. Esci da limite che ti sei imposto e cammina in libertà verso la Libertà. Cambia qualità di vita, ora che l’Energia discende abbondante con la Tempesta Solare. Adesso sintonizzati e respira la Grazia e la Misericordia del Padre, che con lo Spirito del Figlio, risvegliano il Ricordo della Divinità Totale. Come? Sii fedele al Lavoro assegnato; svolgilo in amore, con candido anonimato; umilmente innamorato. Vedi l’1, senti, l’1, desidera l’1, sii 1. Scopriti già 1, con umiltà.

Srotola, per fede, il Tappeto che Qualcuno ti ha lasciato nella cameretta del cuore, ricordi? Vivi l’Insegnamento che apre la Fioritura del C1 e del C7.

 

Immergiti nella Fonte dell’Acqua della vita. Questo è il Cuore della Svolta della Nuova Fase, nata dal Cuore di Alfredo.  E’ il tempo della rettificazione. Ricordi la Campana Tibetana, di cui vana è stata la ricerca negli ultimi anni? Tu sai che c’è e chi la suona nel Silenzio del C7.

Il Maestro di Verità ti libera da qualunque perplessità, non serve il successo pratico se non ti realizzi nella Libertà della Verità. Abbandonati a Lui in questo istante e metti in pratica quello che dice l’ascolto orante. E’ Lui il tuo Datore di Lavoro: è Lui il Padrone della Vigna. Devi solo seguire? Allora segui!

Sii astuto come il Serpente, ma puro come la Colomba: ma quando sei Aquila fai l’Aquila! Il Maestro ti mette davanti a te stesso; non sceglie per te, non è questa la sua funzione. La decisione è tua, come sempre, ora ancora di più, perché adesso sai. Per decidere rimettiti in Dio e col C6 ( occhio aperto) prendi la mira con occhio d’aquila osserva la fioritura del C4, porta verdeggiante per il C 5, C3 e C2.

E’ col  Maestro, che al momento opportuno, viene srotolato il tappeto volante. Ora è il momento opportuno: apri gli Occhi del tuo Cuore in Dio e riconosci in quelli lo Sguardo del Tuo Signore.

Procedi con l’Equilibrio dell’Umiltà nella via semplice dell’esperienza e della consapevolezza.

Dal nocciolo alla scorza, dal seme alla pianta e finalmente il frutto. Il ciclo fa e disfa. Vigila affinché i frutti siano del seme della Verità.

Tempo, pazienza, esperienza momento per momento; tutto è equilibrio, cioè  Esercizio, da farsi con umiltà e calma senza inquietarsi.

A suo tempo, dopo l’aratura, la seminatura; per Vie che per il momento ti sfuggono, arriverà l’abbondante raccolto insieme all’unione con l’Essenza della Vita. C’è l’impeccabilità formale e questa è buona; c’è l’Impeccabilità Essenziale e questa è ottima.

L’ Esercizio dei Centri Energetici in  Ubbidienza e Anonimato. Non sei del mondo, ma è nel mondo che devi agire da Trovatore, per tornare alla patria d’origine con capacità cognitiva accresciuta.

Il primo tasbi, figura di altre cose che dovevano avvenire, adesso ti ricorda ancora di più che la legge è sostituita dalla Grazia. Il Granello mancante è il Maestro di Verità, Luce Vivente nel tuo Cuore. Accetta tutto questo con Dolcezza e Umiltà. Consegnati per Amore al Signore dell’Amore.

La Grazia è il Cuore della Nuova Fase e ora c’è stata anche una nuova svolta, per quello che riguarda te direttamente.

Resta Anonimo, perché la Campana Tibetana è anonima, quando con la sua Vibrazione silenziosa trasporta l’energia vitale  dal Cuore del Cosmo in ogni angolo remoto; anche il più piccolo granello di polvere percepisce questa Vibrazione e risponde con Armonia, inviando a sua volta la Sua Vibrazione.

Servi i Fratelli e le Sorelle con la stessa intensità amorosa con cui dovresti servire il Maestro.

Ogni cosa è Esercizio. Usa il Senso dell’Eternità nel Risalire l’Oceano della Vita, ricordando che la Verità non è un’opinione e che un’opinione non è un Fatto. Produci frutti di Verità.

Tutto quello che fai, ora è Esercizio, perché il Lavoro è a tempo pieno, per chi sa di essere un mietitore quando le messi del grano sono bionde, pronte.

Più Libertà  richiede maggiore Qualità nell’Intenzione, Dedicazione e Attenzione.                                                          A M A: Ascolta Medita Attua.

Sei stato lavorato come pagnotta( ricorda i consigli di Juan Sgolastra). Procedi nella Preghiera continua, fondata sulla Buona Volontà, la Retta Intenzione, quella cantata dagli Angeli: “Gloria a Dio nell’Alto dei Cieli, Pace in Terra agli uomini di Buona Volontà”

L’Equilibrio delle tue Energie, scorrendo come cascatelle d’acqua gorgogliante e cristallina in te, canta, nell’eterno Presente, la Gloria divina che fluisce come onda energetica di Pace nella tua creazione.

Smetti di pensare in modo distruttivo…lasciati respirare, lasciati mangiare dall’Equilibrio divino. Unisciti, non separarti…Ascolta la Vibrazione dell’Onda energetica, il ronfare di Dio, che elargisce la gioia della Divinità, ricostruendo, rigenerando cellule, tessuti lacerati; Ascolta, lascia fluire, non separarti…ascolta il canto della Luce e diventa anche tu Luce e accendi gli altri, per avere Altri che ne accendano altri ed altri.

“…Licenzia le folle perché vadano per i villaggi a comprarsi da mangiare”- dicono i discepoli.   ” Non hanno bisogno d’andarsene, date voi loro  da mangiare”- dice il Maestro di Verità ( Matt.14,13-21).   L’insegnamento potrebbe essere anche inteso così:  “Spezzatevi per loro, diventate quel pane che Io metto nelle ceste, spezzatevi per loro e diventate anche quei pesci di resurrezione per l’Umanità e la Sua Evoluzione.”

Metti prima a posto la tua situazione interna, metti a posto la casa, poi ti occuperai del recinto e degli animali.

Qualunque cosa ho fatto, in bene o in male, prima di trovare Lui ora non ha alcun significato, perché quello che facevo in realtà non si fondava sul Progetto di Verità.

Errore su errore, per cui ricomincia tutto da capo, considerando il successo e l’insuccesso, alla stessa stregua, da quegli impostori che sono. Non sappia la tua destra ciò che fa la tua sinistra.

Dai la cera, togli la cera. Tra i due estremi c’è l’Equilibrio. Il giorno Penelope tesseva, la notte la disfaceva e tutto il mondo di Itaca dipendeva da quel silenzioso andirivieni: il bene e il male ruotano attorno ad una Penelope/Equilibrio che non possono conoscere. Il paragone di Penelope col dare/togliere la cera serve per dire che in realtà bene e male sono irrilevanti per se stessi; hanno l’unica funzione di permettere l’Evoluzione della Vita: sono come i due serpenti che si arrotolano sul caduceo…inserto, questo, discutibile, difficile da inserire, quando abbondano le parole si finisce sempre in una trappola senza via d’uscita!

L’equilibrio richiede la misura fra le parti e questo è anche un  principio alchemico; Leonardo da Vinci ha detto:” non mi legga nei miei principi, chi non è matematico; il Cercatore voleva dire la stessa cosa detta da Ibn’Arabi:” l’alchimia richiede proporzioni ben definite, perché la moltitudine(regna) nel mondo delle forme…”

Ora puoi  ricominciare, adesso che sai di essere ben guidato.

Così, sii  pronto a cominciare di nuovo! Depurazione del Sangue: depura il Sangue per depurare il Corpo; se ha il sopravvento il corpo insorgono i malanni spirituali: ” Lo spirito dà vita allo spirito. Chi vi vuole uccidere, è il sangue e la carne. Cosa è carne e sangue, insieme muore. La parte più nobile nella creatura è il sangue, se esso vuole rettamente; ma il sangue è anche la parte più trista nella creatura, se vuole malvagiamente. Se il sangue vince la carne, l’uomo è umile, paziente, casto, ed ha in sé tutte le virtù. Se invece la carne vince il sangue, l’uomo diviene superbo, iracondo e impudico, ed ha in sé tutti i vizi. Qui viene lodato san Giovanni. Non posso lodarlo più di quanto Dio stesso lo avrebbe lodato”, dice Meister-Eckhart nel suo sermone: ” Non temete coloro che possono uccidere il corpo ma non lo spirito”.

Depura il Sangue, permetti alla Luce di generare la Luce. Il Divino Fanciullo e la Madre che lo partorisce sono Uno: per avere la Fiamma, la Candela si deve consumare; il dolore è vinto dalla certezza di avere generato una Creatura umana. Abbandonati alla Grazia e sii astuto come il serpente, ma puro come la Colomba. Pensa al Delfino che hai visto e sentito muoversi in te. In questa nuova Luce affronta, con Umiltà – fakhrl’immagine illusoria che hai di te, ricordando che tutto è Luce, poiché tutto è abitato dalla Divinità.

 

Menu