Omaggio a Grigori Grabovoi

La storia  della nostra bella Terra sta attraversando attualmente dei momenti critici,  questo però non ci deve far scordare che siamo immersi sempre in un periodo storico glorioso, dove la Coscienza Cristica si va diffondendo sempre più nella coscienza collettiva, innalzandola di vibrazione –  dal livello tridimensionale, che ora non è più utile allo sviluppo dell’umanità – al 4° e 5° livello, trasformando la coscienza collettiva per innalzarla dal di dentro alla Divinità consapevole.

  1. Non si dovrebbe mai scordare che la coscienza collettiva, somma di tutte le coscienze individuali, è abitata da Dio. Per cui qualsiasi contraddizione apparente(rappresentata simbolicamente da disastri ambientali, malattie virali, conflitti armati) si scioglie nella Presenza divina: la Luce ha sempre il controllo di qualsiasi situazione e lo stesso Caino, non più fratricida, sarà trasformato nel Corpo di Luce. Il problema rappresentato dalle apparenti contraddizioni si risolve nell’uso corretto della conoscenza, il cui inizio consiste nel non dimenticare che tutto proviene da Dio in modo magnifico.
  2. Dio ha creato l’Uomo a sua immagine e con la capacità di creare. Bisognerebbe essere cauti coi giudizi precipitosi; un detto Sufi recita “ le buone azioni dei santi sono i cattivi pensieri di coloro che sono più vicini a Dio”
  3. Più siamo vicini a Dio tanto meno le contraddizioni strideranno, ma voleranno con le ali dell’armonia, trasformandosi in petali profumatissimi di gelsomino.
  4. Il regno di Dio nel cuore dell’uomo(Gesù Cristo) è uno stato di coscienza elevato. Per sapere che cosa sia una rosa bisogna diventare Rosa. Bisogna fondersi con essa. Fosse anche per un solo attimo. E questo è possibile, ovviamente, solo in uno stato di coscienza più elevato(G. Grabovoj pag 12 La resurrezione degli uomini e la vita eterna ora sono la nostra realtà!) 971 888 10 75 679.
  5. Il termine tecnico, che descrive la presenza del Regno nel Cuore della Donna e dell’Uomo, è la  trasfigurazione per gli esseri viventi, la resurrezione per coloro che hanno fatto il loro transito.
  6. Abbiamo già lavorato in modo potente in questa Pasqua per diffondere, negli universi, l’amore che la razza umana è in condizione di creare e di donare dalla Terra a tutti gli infiniti mondi.
  7. Perché questo è possibile?
  8. Per il semplice fatto che Dio ha creato l’Uomo attraverso l’Amore, e l’Uomo uscito di getto dalla mano di Dio è egli stesso amore: tra uomo e Dio v’è amore e l’Uomo di Dio è egli stesso Creatore d’amore.
  9. Dio Amore ci ha donato la deificazione affinché anche l’Uomo di Dio divenga creatore d’amore. Vita eterna per tutti dunque. Nello sviluppo meraviglioso dell’umanità, però qualche cosa è stato dimenticato, ed  Energie del mondo tridimensionale si sono insinuate nella Terra che ospita l’umanità meravigliosa, ingannando l’uomo, che attualmente ha dimenticato chi egli sia.
  10.  E’ stato perduto il nome di Dio, Nome  che, come dice  Dante,  Adamo conosceva  chiamandolo I , Nome che  poi, con la confusione babelica delle lingue, divenne El ( Par. XXVI,134-36).
  11. Si tratta da parte dell’Uomo/Donna di riconquistare la propria nobiltà d’origine.
  12. Per farsi capire Gesù parlerà di nascere di nuovo per opera dello Spirito:” Gesù rispose: in verità, in verità io ti dico( a Nicodemo, dottore di Israele che nulla sa)  che se uno non è nato di acqua e di Spirito , non può entrare nel regno di Dio.” (Giov. 3, 5). Necessità, pertanto, di conoscere meglio noi stessi, Esseri dotati di libero arbitrio, però ostacolati, in qualche modo, da energie aliene, che vorrebbero controllare la coscienza collettiva, col tentativo di inibire il progresso della Stirpe umana. L’Umanità si trova ad un bivio evolutivo; le decisioni di coscienza devono essere prese, in modo illuminato e deciso, per evitare catastrofi possibili, derivanti dalla manipolazione delle coscienze da parte di energie deviate.

 

Conclusione.

Cos’è allora questa coscienza individuale e collettiva? Cos’ è la coscienza? “ Il regno di Dio nel cuore dell’uomo, è uno stato elevato di coscienza Il Regno di Dio è dentro di voi. Proprio per il fatto che il Regno di Dio è uno stato di coscienza più elevato, esso si trova dentro di noi. E quando Gesù ripete in continuazione ―Svegliati!, intende proprio il senso letterale di questa parola, perché, se paragonato a stati più elevati di coscienza, lo stato abituale di veglia è un sonno profondo, quasi come il nostro sonno abituale è un sogno, se paragonato allo stato di coscienza della veglia. E quando un uomo ottiene il Regno di Dio tutto il resto gli sarà dato in aggiunta, perché un uomo con uno stato di coscienza più elevato risulta liberato dal modello dello spazio”    G.Grabovoj pag.8 La resurrezione degli uomini e la vita eterna ora sono la nostra realtà!

          Ancora un modesto omaggio a Grigori Grabovoi

Toroide nei 7 Centri



Libero commento  di Franco Napoletano.
Il Guerriero dello Spirito usa l’Allegria del Rigenerato. Omaggio allo Sciamano che vive in ognuno di noi.
Cambiare il mondo in meglio è possibile;occorre però diventare Sovrani di Se stessi, riscoprendo la Bellezza della natura divina,  che respira collo Spirito nell’anima e nella carne dell’Uomo/Donna.

 Basta un pugno di Belli di Cuore per far lievitare molta pasta.

  ” Il nucleo vitale dell’uomo è scomposto, in pieno disordine…Si parla dunque della divinità nell’ uomo, la cui prima caparra è comprensibile, per la Via cristiana, con l’esperienza personale del Tabor, dove si ha anche un esempio di manifestazione trinitaria sperimentabile nel Tempio del proprio Corpo.
Con disciplina certa si raggiunge il bersaglio. Qui non c’è spazio per organizzazioni religiose, che sono semplicemente umane.”

” Filocalia significa “ amore della Bellezza”; non della bellezza – calia – intesa esteticamente ma religiosamente, nel significato del risveglio della coscienza nella pienezza dell’Essere (Padre Giovanni Vannucci Osm.). La “ Bellezza” infinita di Dio si rivela, nel silenzio, al cuore dell’uomo che perviene al culmine dell’esperienza orante, in ardente pienezza dell’Essere; beatitudine armoniosa; amore e pace; annullamento dei limiti della creatura nel mistero divino; vita, gioia, libertà. “ Ch’io sia ammaliato dalla tua Bellezza, ch’io sia attratto vicino a te, che l’incandescenza dell’amore puro, penetrando nella roccia del mio essere, lo trasformi in un puro rubino”. (Y. Rumi).”

” L’amore di Dio trasforma la roccia del cuore in rubino purissimo, come potenza dell’anima rigenerata; La via del ritorno dopo la separazione! Tornare a casa, con coscienza rinnovata, avendo il figliol prodigo risolto il motivo del viaggio. C’è chi cerca e, trovando,  si trasfigura nell’amore della bellezza per la bellezza; questa è  la perla preziosa, il graal misterioso, custodito nel grembo di Madre Terra e fecondata, in tempo propizio, dallo Spirito amante del Cielo. Il Senso dell’Eternità, finalmente è stato ritrovato; lo smeraldo dell’Angelo caduto in terra e custodito da Colui a cui non appartiene, è finalmente tornato al legittimo Proprietario.

Da quell’incontro sboccia in Natura l’Uomo/Donna, Portatore del Sorriso della misteriosa Allegria.

Il sorriso è sempre stato un viatico di serenità, nel ritornare al giardino d’origine.”   

” Leonardo mi ha stupito col suo “segreto”; in fondo il fatto che solo l’uomo/donna, nella scala evolutiva terrestre, possieda i muscoli facciali, ordinati  al sorriso, dovrebbe far riflettere sulla speciale nobiltà umana; sempre Rumi dice: ”se vuoi un’illuminazione speciale, osserva un viso umano; guarda profondamente dentro una risata e riconosci l’essenza della Verità“.
” All’inizio, come per un certo dipinto  di Leonardo, tutto sembra oscuro, crepuscolare, confuso, estremamente sfumato, di difficile identificazione; poi quando cominci a guardare con l’ attenzione  divorante del silenzio, ecco che, improvviso, emerge lo stupore, e i quattro volti della Vergine delle Rocce,  vere gemme nel Cuore dell’Anima, li trovi uniti dal sinolo d’amore, che dà intelligibilità all’Unicità dell’esistenza.
Lasciati sommergere dalla forza della bellezza dell’Angelo che ti chiama. “Lasciati sommergere dalla dolcezza che trascina; permetti al tuo cuore di guardare l’Angelo della Vergine delle Rocce. E se l’Arcangelo Uriel ti fermasse, prendendoti per mano? E se illuminasse i tuoi occhi aiutandoli ad immergersi nell’essenza del Giovannino, della Vergine, del Bambino divino, per comprendere l’essenza della via senza forma, a cui anche Tu appartieni?”

“La bellezza, insita nella natura umana, debitamente stimolata, riconduce l’anima senza intermediari a Dio; al Dio che è in te e in tutto, realizzando una unità perfetta. Si parte dall’uomo, s’incontra l’angelo. Da qui si approda, con navigazione certa, nel divino . La scienza oggi, per vie altre, sta arrivando a dare prove scientifiche di ciò che si può conoscere con l’intuizione; conoscere è amare.Chi può farlo, lo fa. Egli fa fiorire, con Umiltà e per Servizio d’Amore la Natura divina, che ha per corpo l’astronave, per anima l‘astronauta, per spirito la mappa del viaggio con le istruzioni della Coscienza per tornare a Casa.”

Ciò che mette in azione l’Amore è la Bellezza, e di quella si trova traccia evidente ed illuminante nella Natura.
La via del ritorno dopo la separazione! Tornare a Casa, con coscienza rinnovata avendo risolto il motivo del Viaggio: riscoprire la vera Essenza dell’Uomo/Donna, Portatore del Sorriso della misteriosa Allegria.
Il sorriso è sempre stato un viatico di serenità, per il ritorno al giardino d’origine, con una coscienza rinnovata.
Franco Napoletano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere